/* -->

giovedì 25 agosto 2016

RECENSIONE | Il più e il meno di Erri De Luca

Buonasera carissimi!
Questa è l'ora delle streghe per me. Avrei già voluto essere a letto per il troppo sonno che avevo, ma mi sono imposta di finire e pubblicare questa recensione! E per fortuna ce l'ho fatta senza crollare! Ora però vado eh!
Buona lettura! Vi abbraccio forte...a domani!


Il più e il meno ♦ di Erri De Luca ♦ edito da Feltrinelli ♦ a Ottobre 2015 ♦ Collana: I Narratori ♦ Genere: Mainstream/Narrativa ♦ Pagine: 144 ♦ letto in formato cartaceo

Acquista Il più e il meno su Amazon per far crescere Gli Alberi Da Libri. Grazie:)

Il più e il meno sono segni della contabilità, della partita doppia dare/avere. Qui riguardano lo scorrere del tempo. Il Più è già arrivato, era un vento di corsa alle spalle spingendo innanzi, sparecchiando tavole, sfrattando inquilini, stringendo appigli e libri. Il Più è stato giovane e indurito come un callo. Il Meno governa il presente e mantiene quello che dice. Il Meno è sobrio, risoluto perché deve condurre fino in fondo.

“Ho saputo da me che per scrivere bisogna stare sgomberi, sfrattati, come alloggi in cui arrivano le storie, a carovane zingare in cerca dello spazio di nessuno.”
“Avevo saputo quel giorno la notizia certa che la scrittura era campo aperto, via di uscita. Poteva farmi correre dove non c’era un metro per i piedi, mi scaraventava al largo mentre me ne stavo schiacciato sopra un foglio. Sono uno che si è messo a scrivere da quel giorno, per forzare le chiusure intorno.”  





Erri. Questo nome mi ha sempre fatto ridere! Ma a chi è venuto in mente di scrivere un nome inglese nel modo in cui viene pronunciato?!
Dovevo leggere questo libro per saperlo, perchè Erri non è uno scrittore qualunque e cominciando a conoscerlo attraverso i suoi scritti è impossibile non capirlo.
Erri nasce come giornalista e in effetti la sua narrazione dei fatti lascia a desiderare! Periodi semplici, parole allusive, cronologia mancante, punteggiatura esagerata,... ma nonostante tutto attira il lettore.

Questa non può essere una vera e propria recensione, perchè come potrei giudicare la sua vita così com'è stata? Quello ha fatto e quello ha narrato. 
Ma più volte mi sono chiesta: Erri ti stai raccontando a me o solo a te stesso? 
Questa sua biografia non è una ricostruzione fedele di tempi, luoghi e persone incontrate; anzi, la difficoltà è stata proprio nel capire quando e dove si trovasse. 

Il più e il meno altro non è che l'incontro tra numerosi e brevi frammenti di vita impreziositi da pensieri, riflessioni e aforismi che dopo la sua morte spopoleranno in rete... e come se lo faranno!
Alcune frasi me le sono dovute segnare, e se l'ho fatto fidatevi del fatto che ne sono rimasta davvero colpita!

Nei piedi che non possono portare via, si concentra la tristezza di un corpo imprigionato.

La vita di ognuno può starsene descritta dentro qualche cammino fatto a piedi.


E non ci sta neanche male una risata in faccia.

Indurisce la pelle meglio degli schiaffi. 


Le briciole di vita che Erri De Luca ci lancia poco per volta ripercorrono la sua origine e i suoi inizi a Napoli, i suoi mille lavori manuali in varie città italiane ed estere, il tempo solitario, gli incontri casuali, le lotte generazionali, l'affetto paterno, gli accadimenti politici, lo studio della Bibbia e la passione per l'alpinismo.

Le descrizioni sono leggere e fluide ma prive di filo logico e per questo complesse. Nonostante questo, sono contenta di aver conosciuto Erri De Luca e di aver smesso di ridere del suo nome buffo. Ho intravisto l'uomo dietro il personaggio e questo grazie, sopratutto, alle sue pacate considerazioni e ai coscienziosi ragionamenti. 

Non è una lettura leggera, tutt'altro, ma il tempo trascorso con questo libro in mano è stato speso più che bene!

Buona notte a tutti :)


6 commenti:

  1. Diciamo che il nome Erri ormai lo associo a "La tristezza ha il sonno leggero", ma beh, questa è un'altra storia.
    Molto molto carina questa recensione notturna (che poi la notte dovrebbe portare consiglio, no?), breve, semplicissima, ma con poco c'è tutto.
    Ti abbraccio, Nik!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosa!
      In effetti è un'opinione molto breve rispetto alle mie solite ma non mi sembrava giusto giudicare questo libro. Non so bene perchè ma il vecchio Erri mi ha conquistata!

      Lo dico da mesi e ancora non l'ho fatto..devo leggere Lorenzo Marone uffa!!!
      :)Un abbraccione cara Rosa:)

      Elimina
  2. Ciao Nik eccomi ^_^ sai che non conoscevo questo libro? Leggere la tua recensione mi ha davvero incuriosita, è vero è una recensione molto particolare e sicuramente lo è anche il libro! Grazie davvero per avermi fatto conoscere Erri ❤️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely! Sono contenta che ti abbia incuriosita. Vale la pena leggerlo, magari non per forza questo libro!

      Elimina
  3. Ciao Nik, non ho mai letto nulla di quest'autore che conosco solo di nome, ma il libro che hai recensito sembra molto curioso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ariel,
      mi piacerebbe avere una tua opinione su Erri De Luca. L'ho trovato molto particolare come autore!:)

      Elimina

Hai pensieri che ti ronzano in testa? Questo è il posto giusto per scriverli!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...